Lake Baringo

Un lago d'acqua dolce dall'aspetto tetro e misterioso, sulle cui sponde sorge un piccolo villaggio di pescatori che arrotondano le entrate offrendo hotel spartani e gite in barca alla ricerca di uccelli, coccodrilli e ippopotami. La vita scorre tranquilla, i bambini giocano in strada e gli adulti passano gran parte del tempo chiacchierando in compagnia. Le costruzioni, per quanto squallide, hanno una loro dignità e vivacità. Sono tutte uguali: basta cambiare una scritta ed ecco il salone di bellezza, il supermercato, il bar, l'hotel...

1 / 32 enlarge slideshow
Il lago ci accoglie all'alba, il cielo cupo ci ricorda che la stagione delle piogge non è ancora del tutto finita.
Foto di Francesca Ciolfi, Pentax Q.
2 / 32 enlarge slideshow
Una carateristica acacia ombrello
3 / 32 enlarge slideshow
Due anatre egiziane (Alopochen aegyptiacus) starnazzano al nostro passaggio.
5 / 32 enlarge slideshow
Il nostro campsite...sommerso dalle piogge equatoriali degli ultimi mesi...e abitato da ippopotami e coccodrilli...abbiamo trovato un alloggio più umile e modesto nel villaggio Baringo sul lago.
6 / 32 enlarge slideshow
Airone cenerino in volo (Ardea cinerea Linnaeus, 1758).
7 / 32 enlarge slideshow
Cormorani (Phalacrocorax carbo) sui tronchi.
Pentax K20.
8 / 32 enlarge slideshow
Ippopotami nel lago. Il mammifero più pericoloso erbivoro africano. Capace di spezzare in due con un solo colpo un coccodrillo per difendere i piccoli. E di conseguenza capace di spezzare in due chiunque si avvicina troppo e gli blocca il passaggio.
10 / 32 enlarge slideshow
Fish-man... uomini su tronco di sughera che pescano e remano con le mani tra ippopotami e coccodrilli.
11 / 32 enlarge slideshow
12 / 32 enlarge slideshow
L'aquila urlatrice pesca con gli artigli.
13 / 32 enlarge slideshow
14 / 32 enlarge slideshow
L'aquila pescatrice africana o aquila urlatrice (Haliaeetus vocifer, Daudin, 1800).
Tipico uccello rapace africano.
Pentax K20.
15 / 32 enlarge slideshow
16 / 32 enlarge slideshow
17 / 32 enlarge slideshow
Capre, galline e mucche camminano e pascolano libere nei villaggi e nelle case...anche nei negozi.
Intanto le donne stanno portando acqua dal lago. Semplici lavori che gli permettono di vivere e passare molto tempo libero insieme.
18 / 32 enlarge slideshow
Il cortile del nostro "albergo". La notte dal soffitto della camera è entrata tantissima acqua a causa delle forte precipitazioni equatoriali. Ci si è allagata la camera.
19 / 32 enlarge slideshow
Capre e bimbi, tipico connubio di ogni villaggio kenyota.
20 / 32 enlarge slideshow
Un dolce e intimo momento mamma-figlio.
21 / 32 enlarge slideshow
Noi usiamo le motociclette per divertimento, per gareggiare, per essere sportivi...qui si usano come "comodo" mezzo di trasporto...da noi una moto 750 è spesso ritenuta insufficiente per viaggi in 2, perché "non ha abbastanza spunto in salita", qui su una 125 viaggiano in 3 ma anche in 4 tra terra e fango e si caricano spesso cassette, divani, mobili, pacchi.
Foto di Francesca Ciolfi, Pentax Q.
22 / 32 enlarge slideshow
Giochi semplici che ricordano i giochi dei nostri genitori e nonni.
23 / 32 enlarge slideshow
Tipico negozio del villaggio. La domenica ci si veste bene e si cammina tra fango e terra, puliti, ordinati e curati. Poveri sì, ma con dignità.
Foto di Francesca Ciolfi, Pentax Q.
24 / 32 enlarge slideshow
Il nostro caro BEN, guida Masai che ci ha accompagnato per 14 giorni.
Qui siamo nel "bar" del villaggio a fare colazione con uova, uova, uova , uova e ...uova...ah, anche pollo, pollo, pollo e pollo.
25 / 32 enlarge slideshow
Pullmino per il trasporto, anche detto MATATU.
Pentax K20.
26 / 32 enlarge slideshow
Una donna con il bimbo avvolto nella tipica fascia.
Foto di Francesca Ciolfi, Pentax Q.
27 / 32 enlarge slideshow
Una bambina gioca con un copertone, pochi e semplici oggetti per divertirsi. A 25 gradi abbondanti di temperatura l'abbigliamento è ancora tipicamente invernale... ma quando arriva il caldo vero, ci dicono, viene voglia di strapparsi la pelle di dosso.
Foto di Francesca Ciolfi, Pentax Q.
28 / 32 enlarge slideshow
Un piccolo negozio di alimentari nel villaggio. A fianco, il negozio di sartoria realizza uniformi scolastiche
29 / 32 enlarge slideshow
Lungo il corso principale tra i negozi. E' da segnalare la pubblicità del salone di bellezza: nella loro povertá ci tengono comunque a vestire bene per far colpo e per lo "struscio" serale.
30 / 32 enlarge slideshow
Tipiche case in lamiera e tipico forno per affumicare e poi vendere il pesce pescato nel lago.
31 / 32 enlarge slideshow
Un kenyota con maglietta FERRARI ci sorride nel "ristorante" del villaggio. Ci ha detto di essere un gran tifoso. Pure laggiú guardano la F1 (probabilmente nell´unica TV del villaggio).
32 / 32 enlarge slideshow
Pubblicità dei profilattici dipinta sul muro di una casa nel villaggio. Le campagne per la prevenzione sono diffusissime, ma non si sa con quali risultati...
Pentax K20.
loading